Come smontare e riparare connettore batteria iphone 4s

Sezione dedicata alle discussioni sulle riparazione di: PC Desktop, notebook, plotter, schermi lcd, server, NAS, cluster, UPS, DVR, smartphone, media converter, networking device ecc. Troverete anche informazioni utili sul modding e modifiche varie alle apparecchiature informatiche
Regole del forum
ATTENZIONE !!! tutto ciò che è riportato in questo forum è di carattere puramente indicativo e di studio personale. Le guide/post/tutorial e quant' altro qui presenti potrebbero far decadere la garanzia del prodotto trattato e potrebbero gravemente danneggiarlo provocando anche la perdita di eventuali dati in esso memorizzati. L'autore di Italorum.it ed i suoi collaboratori non si assumono alcuna responsabilità su eventuali danni causati a seguito della consultazione del presente forum

Come smontare e riparare connettore batteria iphone 4s

Messaggioda Italforum » 14/09/2015, 22:37

Oggi vediamo come si smonta un iphone 4s e come si ripara il connettore della batteria. Pare che questo sia un problema piuttosto frequente su questi melafonini, soprattutto dopo una brutta caduta o nel tentativo di sostituire la batteria interna. E’ ovvio che una riparazione “a regola d’arte” può essere fatta solo da personale specializzato e con attrezzatura tecnologicamente adatta allo scopo. Questa guida è rivolta a chi per un motivo o per l’altro non vuole riparare il melafonino tramite i canali diciamo “ufficiali” ma preferisce provarci da solo assumendosene tutto il rischio del caso e mettendo in preventivo anche di dover buttare via il telefono cellulare.

La guida è utile anche in tutti questi altri casi:
-) Come sostituire la batteria interna
-) L’ iphone 4s non prende linea
-) Sostituire l’antenna, altoparlante, microfono
-) Sostituire la fotocamera


Per prima cosa occorre fare una precisazione; per questo tipo di riparazioni occorrerebbe un tipo di attrezzatura professionale come ad esempio una stazione saldante ad infrarossi specifica per la tecnologia smd munita di microcamera e sistema di movimento di precisione. Noi cercheremo di ottenere un buon risultato anche utilizzando apparecchiatura più semplice e facilmente reperibile anche per chi non è un riparatore professionale. Per fortuna il connettore della batteria è uno di quei pochi componenti che è possibile saldare anche con un normale saldatore. Quello nella guida è un saldatore integrato in una stazione saldante smd ad aria calda ma in realtà è possibile usarne uno qualunque purché abbia una punta non superiore a 0,2mm. Ad ogni modo ecco quello che vi serve:

• Un saldatore con punta da 0,2mm massimo
• Stagno e flussante
• Uno spazzolino da denti
• Acqua ragia
• Uno di quegli attrezzi con pinzette e lente di ingrandimento che si trovano piuttosto facilmente (vedi foto più avanti)
• Un connettore nuovo che si trova a 2 euro su internet
• Set di cacciaviti di precisione


Per iniziare svitate le due viti che si trovano in basso


Immagine


A questo punto sfilare il retro cover che ha un incastro a slitta

Immagine

Questo è come appare il telefonico con la cover posteriore smontata

Immagine

Svitare le due viti che fissano il connettore della batteria alla struttura

Immagine

Ora sollevate il connettore agendo con delicatezza con un piccolo cacciavite a taglio. Fate leva dal lato opposto rispetto alla batteria. Come vedete dalla foto la base del connettore si è staccata dalla piastra ed è rimasta attaccata al connettore mobile. Prima di procedere assicuratevi che sulla scheda madre ci siano tutte e quattro le piazzole su cui effettuare le saldature. In questo caso ne manca una ma in realtà è stata sostituita tutta la scheda madre con un’altra sempre con il connettore danneggiato. Se ci sono tutte le piazzole proseguite pure altrimenti fermatevi perché vi servirebbero attrezzi più professionali .

Immagine

Ora scollate delicatamente la batteria e rimuovetela

Immagine

Rimuovere il cavo flat smontando la piastra che tiene schiacciato il connettore sulla scheda principale

Immagine

Scollate delicatamente il cavo flat e rimuovete il blocco nero svitando le viti come in figura

Immagine

Immagine

Fate attenzione alle alette nei cerchietti rossi (che dovranno essere rimesse nello stesso modo) ed al connettore dell’antenna che oltre ad essere staccato dalla sua sede dev’essere sganciato da un piccolo fermo. Fate attenzione a non danneggiare la guaina del cavo.

Immagine

Bene, ora siete arrivati a questo punto…

Immagine

Ora rimuovete la placca metallica che protegge una serie di altri connettori.

Immagine

Con la massima delicatezza sganciate i connettori e rimuovete la videocamera

Immagine

Immagine

Aiutandovi con una pinzetta rimuovete l’aletta metallica ad incastro mostrata in figura

Immagine

Ora potete sganciare anche questo connettore.

Immagine

Adesso è venuta l’ora di smontare la scheda madre. Oltre alle viti che intuitivamente devono essere svitate ce ne sono anche altre che hanno la duplice funzione di essere perni femmine per viti ed allo stesso tempo viti. Una di queste è mostrata nella figura che segue.

Immagine

Questo è ciò che rimane del telefono.

Immagine

Vi ricordate l’attrezzo con le pinzette e la lente di ingrandimento citati prima? Eccolo qua !!, vi serve per sostenere la scheda e lavorarci guardandola dalla lente che è posta sopra (non si vede dalla foto)

Immagine

Questa foto è stata scattata direttamente puntando l’obbiettivo della fotocamera sopra la lente ingrandente, purtroppo la zona da saldare è piccolissima se usate un saldatore tradizionale ha la punta troppo grande e rischierete di unire più piedini e danneggiare il PCB. Per prima cosa rimuovete i pin rimasti attaccati alle piazzole.

Immagine

Ora applicate un po’ di flussante sulle piazzole (poco, non esagerate, il flussante in eccedenza può creare dei problemi), tenete la scheda in pendenza in modo che il flussante non fluisca verso gli altri componenti. Utilizzate lo stagno più sottile possibile e senza flussante all’ interno. Applicatelo sulla punta estrema del saldatore in modo che si formi una piccolissima bolla di stagno. Questa è la parte più delicata di tutta la procedura. Se lo stagno è troppo rischierete di unire più punti di saldatura. Se vi dovesse capitare ciò armatevi di santa pazienza e rimuovete lo stagno in eccesso con una treccia dissaldante oppure con filo elettrico piccolissimo e leggermente bagnato con il flussante. Appoggiate il filo spellato sullo stagno eccedente e poi applicateci sopra la punta del saldatore, lo stagno fluirà verso il conduttore e vi si fisserà. Per saldare il connettore nuovo dovrete aiutarvi con le pinzette e poggiarlo sul pcb facendo attenzione a far combaciare i terminali con le piazzole. Posizionare il connettore e saldarlo senza che questo si muova è una operazione non facile e vi farà bestemmiare in aramaico. Se proprio non ci riuscite aiutatevi con una striscietta di nastro isolante e tenetelo schiacciato con la punta del cacciavite piatto mentre con l’altra mano lo saldate. Saldate prima i piedini estremi e poi quelli centrali. Quando avete finito osservate la saldatura con la lente ingrandente (usate quella con il maggiore ingrandimento). Accertatevi che ci sia continuità elettrica tra la piazzola ed il pin del connettore e che non ci siano residui di stagno che possano unire le piazzole tra loro.

Immagine

Questo dovrebbe essere il risultato (scordatevi di vedere questo tipo di dettaglio, questo è un fermoimmagine di un microscopio USB)

Immagine

A questo punto entrano in gioco lo spazzolino da denti e l’acqua ragia. Dovete assolutamente eliminare il flussante rimasto sul PCB e per fare questo cercate di assorbirlo con un lembo di tovagliolo di carta, poi versate qualche goccia di acqua ragia sulle spatole dello spazzolino da denti e lavate delicatamente la zona interessata dalla saldatura. Fate attenzione a non esagerare anche con l’acqua ragia e pulite solo le parti che servono facendo defluire il liquido verso l’esterno e non verso gli altri componenti. Asciugate il tutto con dell’ altra carta assorbente. Ricontrollate con la lente ingrandente che non ci sia traccia di flussante e di acqua ragia.


A proposito…… spesso quando si rompe il connettore della batteria e lo si sostituisce si brucia una microscopica induttanza che si trova vicino al connettore dell’antenna. Se dopo aver rimontato il tutto il vostro smartphone non prende linea è molto probabile che il problema dipende da questo. Come vedete dalla foto questa micro bobina è appena visibile anche con il microscopio USB (non si tratta di un microscopio da laboratorio medico), ad occhio nudo se ne intravede solo il colore.

Immagine

Se vi capita questo l’unica cosa che potete tentare di fare e staccarla (facendoci leva e sperando che non si stacchino le piazzole) ed unire le due piazzole con una micro goccia di saldatura. Prima di fare tutto questo provate l’induttanza con un tester per accertarvi che non ci sia continuità elettrica. Se vi trovate di fronte a questa situazione vi consiglio vivamente di lasciar perdere e di rivolgervi a personale esperto.

Un saluto a tutti…
Italforum
Amministratore
 
Messaggi: 83
Iscritto il: 16/08/2014, 23:36

Torna a Riparazioni hardware

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron